Abbiamo 46 visitatori e nessun utente online

La cucina siciliana è il risultato delle varie civiltà che si sono avvicendate, a volte anche sovrapposte, nell'Isola. Il contrasto dolce-salato che ritroviamo in molti piatti della gastronomia locale è, ancora oggi, tipico della cucina araba. Agli Arabi si deve il perfezionamento delle tecniche agricole, e l'introduzione di nuove coltivazioni e di spezie che diedero alla cucina nostrana la complessità e la raffinatezza che la contraddistinguono. Difficile dire se siano più buone le zuppe di pesce o le pastasciutte con verdure. Certo le proposte della cucina siciliana sono tante e sfiziose . Il sole nutre e insaporisce i frutti della terra. Il mare è ricco di pesce. La pasticceria è dolce e coloratissima e i sapori si mescolano con armonia e danno origine a piatti sontuosi.
L'abbinamento del vino al piatto tipico della cucina siciliana è fondamentale, e non deve dare spazio ad improvvisazioni azzardate. La parola d'ordine è "armonia": ai piatti dal gusto forte, ricchi di proteine e di grassi, andranno accoppiati vini altrettanto robusti; ai piatti leggeri si affiancheranno vini bianchi o rosati, mentre ai dolci, escludendo quelli a base di cioccolata, i vini da meditazione come il Marsala o il Moscato.

Le tradizioni gastronomiche propongono innumerevoli tipologie di piatti unici, che variano da pietanze elaborate sino ai menù light. Da un punto di vista nutrizionale, per definizione, il piatto unico deve contenere tutti i macronutrienti che dovrebbero essere assunti ad ogni pasto, cioè: proteine, carboidrati, lipidi e  fibra
In Sicilia le ricette di piatti unici sono  esclusivamente di origine contadina, nate dalla necessità di portare in tavola un pasto completo anche con pochissimi ingredienti.

Ricco di proteine nobili il pesce è da ritenersi un alimento indispensabile nell’alimentazione di ognuno di noi. Allo steso modo la presenza d’acidi grassi polinsaturi presenti nel pesce, in quantità diverse per ciascuna specie, permettono la prevenzione dell’arteriosclerosi e delle malattie cardiovascolari in genere.

I secondi piatti a base di carne si collocano bene all'interno di un pasto armonizzandosi  con altre preparazioni.

La cottura
La carne per avere un buon sapore senza perdere le sostanze nutritive, bisogna scegliere la cottura adatta e seguire i consigli per effettuarla a regola d'arte.
Se scegliete di fare un pezzo di carne al forno, la parte più importante è la rosolatura, cioè la crosta che avvolge la carne e che impedisce ai succhi interni di fuoriuscire, mantenendosì nutriente e la morbida.

Secondo la cultura Italiana, i primi piatti, sono tradizionalmente a base di riso o di pasta.

La pasta di grano duro
Per  cucinarla i modo corretto ed essere sicuri del risultato, vi  consigliamo di utilizzare un litro d’acqua per ogni 100 gr. di pasta ed aggiungere circa 10 gr. di sale. Scolatela sempre al dente e se potete, “saltatela” in una padella di alluminio a fondo largo con il condimento.

Eventi in Sicilia

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
28
29
30
31

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Vengono utilizzati cookie tecnici e di terze parti . E' possibile conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.